ULTIME NOVITA'  Riunione Comitato Cittadino - Iniziative del Comitato (Incontro con Il Resto del Carlino)
15/11/2018

Curiosità dal mondo

MAZARA DEL VALLO - TRAPANI
Teatro Garibaldi in via del Carmine
 
teatro_garibaldi
 
 
E’ uno dei più piccoli teatri italiani, con soli 99 posti.
L’edificio è costituito da una sala a ferro di cavallo, con un piccolo ingresso per la platea e due scale laterali che conducono ad un duplice ordine di palchi a loggione con porte in legno decorate.
Privo di decorazioni all’esterno ma ricchi di elementi pittorici tipici del folklore siciliano come i carretti siciliani all’interno.
Il teatro nacque per volere di un comitato cittadino e fu inaugurato il 12 gennaio del 1849 come Teatro del Popolo. Poi fu dedicato a Giuseppe Garibaldi il 5 marzo del 1862.
Il teatro ospitò opere liriche e operette molto importanti fino al 1930, poi la guerra ne decretò la sua chiusura.
Dopo diversi tentativi falliti, nel 2003 finalmente iniziarono i lavori di restauro per volere del popolo. Grazie a questi cittadini, laboriosi marinai (qui si facevano le barche a mano) e con l’aiuto sapiente dei maestri del legno per il recupero delle volte, del tetto, del palco e delle scale l’8/10/2010 ha riaperto.
Chi l’andasse a visitare rimarrebbe stupito della bellezza di questo piccolo gioiellino stile borbonico e dell’attaccamento e il bene che i cittadini vogliono a questo teatro.
Hanno ragione di esserne orgogliosi.
 

 
DALLE ESTREMITA' DEI CROMOSOMI IL SEGRETO

DI QUANTO VIVREMO

cromosomi
 

Studio scozzese sui Pnas basato sull'analisi delle cellule del sangue nei fringuelli zebrati. I telomeri, grazie ai quali nessuna informazione genetica viene dispersa, sarebbero in grado di determinare l'aspettativa di vita di un individuo.

Le estremità dei cromosomi celano il segreto di quanto vivremo, permettendo di creare una sorta di "oroscopo" genetico capace di darci indicazioni per il futuro. Lo sostiene una ricerca dell'Università britannica di Glasgow.

Lo studio pubblicato sulla rivista dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, i Pnas, dimostra che le aspettative di vita di un individuo possono essere determinate misurando da piccoli la lunghezza delle strutture molecolari poste alle estremità dei cromosomi, i telomeri: una sorta di "cappuccio" protettivo che aiuta i pacchetti di informazione genetica a non logorarsi ogni volta che la cellula si divide. Grazie ai telomeri, quindi, nessuna informazione genetica viene dispersa.

La correlazione fra i telomeri e la longevità è nota da tempo, ma lo studio dei ricercatori scozzesi è il primo a misurare la lunghezza di questi complessi molecolari negli stessi individui dai primi giorni di vita e successivamente, a intervalli regolari. I loro risultati mostrano che la lunghezza dei telomeri nelle prime fasi dopo la nascita è in grado di predire la durata della vita.

Lo studio si basa sull'analisi delle cellule del sangue di un gruppo di fringuelli zebrati ed ha verificato che gli esemplari più longevi presentavano telomeri più lunghi rispetto ai propri simili già 25 giorni dopo la nascita e in tutte le successive misurazioni.
 

 AIUTIAMO A TENER VIVO IL NOSTRO CERVELLO

cervello
 
I ricercatori dell’Università Cattolica di Roma hanno scoperto nel nostro cervello la proteina CREB1 che regola importanti funzioni cerebrali come la memoria, l’apprendimento, il controllo dell’ansia e che diminuisce con l’invecchiamento.
Mantenere giovane il cervello è importante per invecchiare meglio con meno malattie, camminare e fare moto, evitare sovrappeso e mangiare in modo sano e regolare senza fare troppi stravizi.
Come si suol dire è la conferma che i nostri vecchi erano più saggi di noi.
 

ALLA SCOPERTA DEI DINOSAURI 

daysofthedinosaur
 
Chi è affascinato dai dinosauri e dall’era giurassica può visitare dal 18 novembre 2011 al 18 gennaio 2012 la mostra “Days of the Dinosaur“, per la prima volta in Italia alla Nuova Fiera di Roma. Attenti, ci sono 51 affascinanti esseri preistorici a dimensioni naturali che si muovono tra effetti speciali di luci, paesaggi e piante. Ci sono dinosauri di varie specie e razze che muovono diverse parti del corpo e alcuni persino occhi, lingua, zampe e dita. L'importante è non aver paura. Vietato a chi è debole di cuore.
 

L’ELEFANTE 

Ce ne sono di due tipi: l’Africano elefanteafricano e l’Indiano elefanteindiano.

L’Africano è il più grande, alto 3-4 mt. con orecchie fino a 1,5 mt. ha la pelle rugosa e sia i maschi che le femmine hanno le zanne lunghe fino a 3 mt. e peso >100 kg., mentre in quello Indiano le zanne sono presenti solo nei maschi. L’Africano ha una proboscide con 2 lobi, quello Indiano solo con uno.

L’Africano pesa 7.000 kg. l’Indiano solo 5.000 kg.. Si muovono in branchi  con una femmina che comanda, consumano 200 kg. di erba/foglie e 190 lt. di acqua al giorno. Nonostante il peso si muovono con eleganza e senza far rumore e raggiungono una velocità fino a 40 km/h., se attaccati da tigri o leoni.

La riproduzione avviene dopo ben 22 mesi di gestazione, il piccolo pesa 100 kg. e viene svezzato per 5 anni, muoiono quando hanno consumato tutti i denti perché non riescono più a masticare.

Nella storia si ha riscontro di questo animale già dal 2000 a.c. – nel 326 a.c. nella guerra contro Alessandro il Grande e nel 218 a.c. con l’esercito del generale cartaginese Annibale quando attraversò le Alpi.

Fra le altre curiosità:

E’ un animale sociale, comunica con profondi infrasuoni inpercettibili all’uomo e attraverso le vibrazioni del terreno create dalle loro possenti zampe.

Sono considerati mancini perché usano la proboscide più sul lato sinistro.

È un mammifero ed è l’animale terrestre più grande al mondo.

 


POPOLAZIONE NEL MONDO

popolazionenelmondo
 
Le statistiche dicono che nel 1960 la popolazione nel mondo era di 3 miliardi di persone.
Al 31 ottobre 2011 siamo 7 miliardi. Ma tutto ciò cosa significa?
 

Popolazione per continente:

ASIA 4.226.000.000 abitanti = 60,37%
AFRICA 1.055.000.000 abitanti = 15,07%
AMERICHE 942.000.000  abitanti = 13,45%
EUROPA 740.000.000 abitanti = 10,58%
OCEANIA 37.000.000 abitanti = 0,53%
  

Popolazione per nazioni:

CINA - 1.345.900.000
INDIA - 1.241.300.000
EGITTO - 80.500.000
USA - 311.700.000
UE - 502.200.000

RUSSIA - 142.800.000

Densità abitanti per kmq: mondo 51 - Italia 202 - Congo 24 - Cina  21.423

Speranza di vita in anni: Congo 46 - India 64 - Cina 74 - Italia 82

Tasso di crescita: mondo + 1,2% - India + 1,5% - Cina + 0,5% - Italia – 0,1%

Reddito nazionale procapite annuo in dollari: Congo 300 - India 3280 - Cina 6890 - mondo 10270 - Italia 31870

Ma aldilà dei numeri e delle statistiche che fanno capire tante cose, da chi ha fame e sete e vive in povertà e malattie, ma quali prospettive ci aspettano per il futuro?
Il mondo è 2/3 acqua salata e 1/3 terra con montagne e deserti.
Le risorse, dalle materie prime all’energia, dal terreno fertile per le coltivazioni ma soprattutto all’acqua dolce, bene essenziale per la nostra vita, non sono eterni.
Allora pensiamo al futuro dei nostri nipoti e pronipoti.
NON sprechiamo ACQUA perchè è un bene troppo prezioso!!!
NON sprechiamo CIBO perchè ci sono tante persone che hanno fame!!!
RISPETTIAMO l’ambiente, gli alberi, il verde e gli animali
RICICLIAMO PIU’ carta, plastica, vetro, organico, elettrodomestici, vestiti ecc.
Possiamo fare tante altre cose insieme per un mondo migliore!!!
 

 
SAPETE perchè la nostra piccola rotonda si chiama San Marino?
 
foto 15 - rotonda san marino
 
Fu scelto questo nome dal Comitato Cittadino per analogia.
San Marino è ritenuta la più antica Repubblica al Mondo.
Fondata il 3 settembre 301 d.c. da un tagliapietre “Santo Marino” fuggito dall’isola di Arbe (Croazia) a seguito delle persecuzioni romane dell’imperatore Diocleziano.
E’ il 3° più piccolo stato dell’Europa - estensione 61,19 kmq - abitanti 31.978 e oltre 17.000 all’estero.
Il Monte Titano (alto 739 mt.) e la città di San Marino sono patrimonio dell’umanità dal 2008.
 

 
Eliminare passaggi: dal produttore al consumatore.
 
Spesa a km zero – Diminuiscono le emissioni di anidride carbonica.
Si risparmia un 30% sui costi acquistando prodotti locali di stagione.
Sistema alimentare ecosostenibile.
 

 
Perché in Austria, Svezia ecc. si piantano 3 alberi e se ne taglia solo uno?
 
Con gli alberi tagliati si fanno centrali per l’energia e il calore, si costruiscono case, si migliora l’ambiente dove si vive e si ha un risparmio energetico del 50%.
Se poi aggiungiamo che gli alberi con le radici tengono fermo il terreno, si evitano frane e smottamenti! Vi sembra poco?